Categoria: Moda

PITTI83: CRASH BAGGAGE

Pitti Uomo 83 080

Qual’è la prima cosa a cui pensiamo quando compriamo una valigia nuova? Ci preoccupiamo che si possa rovinare. A questa semplice idea si è ispirato Francesco Pavia, giovane designer Veneziano. Viaggiando di aeroporto in aeroporto si è accorto di come le valige venissero spostate e gettate di qua e di là, e di come si ammaccassero in continuazione.Così è nata CRASH BAGGAGE. La valigia rovinata

Pitti Uomo 83 081

Un’innovativa filosofia travel che ha aperto la strada ad un modo tutto nuovo di concepire la valigia: quella del “non-maneggiare con cura”, dove rovinarla non sarà più un problema. Crash Baggage infatti, è già prodotta con le tipiche ammaccature provocate dall’uso  Anzi, con il tempo, le nuove ammaccature daranno ancora di più personalità al bagaglio. Il tutto senza dimenticare la funzionalità e la comodità di un oggetto costruito con i materiali più all’avanguardia

Pitti Uomo 83 082

Con la vostra Crash Baggage sarete sereni negli spostamenti, e unici nel modo! La collezione è composta da: un set di tre pezzi (cabina – medio – grande) a quattro ruote spinner, per una maggiore stabilita e comodità negli spostamenti. Lucchetto TSA, il modello universale richiesto nei viaggi verso gli Stati Uniti in sei diversi colori.

Direi un esordio davvero eccellente per il brand alla sua prima edizione di Pitti Uomo!

1 DAY: PITTI STREET STYLE

1 GIORNO. Pitti è iniziato e se sul fronte dello stile, non ci sono grandi novità: l’anno prossimo gli uomini non indosseranno nulla di nuovo. Al contrario: cercheranno la sicurezza degli abiti del passato rivisti nei tagli e soprattutto nelle forme per diventare più sportivi. Tra i padiglioni si Rivede un grandissimo ritorno della maglieria, usata soprattutto come tessuto per giacche e cappotti.

 

Pitti Uomo 83 147

 

I look più affascinanti di street style in Fortezza? Immancabili i completi classici con l’orlo dei pantaloni ben evidenziato per mostrare calzini super colatati  dai pois alle fantasie geometriche. Mix perfetto tra i mocassini in tutte le sfumature del grigio-nero e marrone e le sneakers ultra colorate. Assolutamente immancabili le pochette e le maxi shopper dai toni scuri.

[nggallery id=108]

PITTI UOMO: REPORTAGE DALLA FORTEZZA DA BASSO

Quale sarà il guardaroba maschile per l’autunno-inverno 2013-2014?

Pitti Uomo 83 010

Prima di scoprire tutte le principali novità di stile da Pitti Immagine Uomo, qualche immagine della favolosa location: la Fortezza da Basso, che per quest’edizione s’è trasformata in una libreria a cielo aperto perché…LA MODA E’ CULTURA!

Pitti Uomo 83 014

Booksweari -il tema guida di Pitti 83- perché vestiamo i libri che leggiamo. Che siano libri di carta o no non importa: leggere andrà sempre di moda!

L’ immagine di un grande skatebord sbuca all’improvviso da uno scenario teatrale fatto di libri suggerisce che leggere è un’esperienza capace di sorprendere e creare nuove idee. L’ingresso del Padiglione Centrale accoglie i visitatori con un’istallazione di libri sospesi al soffitto, mentre all’interno e all’esterno di altri padiglioni, il tema del libro si diffonde in un caleidoscopio di immagini e scenografie divertenti.

Anche Pitti W ospite alla Dogana c’è un’installazione dedicata al libro: sette scale-librerie di diverse altezze piene di libri che si sollevano su un lago fatto di libri-onde.

[nggallery id=107]

PITTI UOMO 83: FOLLOW ME!

Eventi, tendenze, fashion diaries e tanto altro ancora! 

A Pitti Uomo 83 e Pitti W 11 il mondo fashion e lifestyle sono in continuo movimento. Siete curiosi di scoprire in anteprima le tendenze per l’autunno-inverno 2013-2014?  Per non perdervi neanche un secondo, seguitemi su Twitter e Facebook e Instagram!

Twitter: @valepercolore, ecco gli hastag: #PittiUomo83, #PittiW11, #Pitti Fondazione Discovery

Facebook: VALEPERCOLORE

Instagram: alismune

Dai un’occhiata anche alle pagine facebook ufficiali della manifestazione agli indirizzi:

Pitti Uomo Fan Page

Pitti W Fan Page

Fondazione Pitti Discovery Fan Page

 

 

Pitti Uomo 83: Style Notes

Fervono i preparativi dell’83° edizione di Pitti Immagine Uomo, in programma dall’8 all’11 gennaio alla Fortezza da Basso di Firenze, che quest’anno vedrà come ospiti speciali Ermanno Scervino e la maison Kenzo, tra i 1062 marchi per l’uomo e le 70 collezioni donna a Pitti W, alla Dogana.

Scervino sfilerà con la collezione uomo e la pre-collezione donna la sera del 9 gennaio a Palazzo Vecchio, mentre Kenzo il 10 gennaio presenterà in anteprima a Firenze, la collezione uomo, nel Mercato Centrale di San Lorenzo.

 

Guest Designer Pitti W 11 sarà invece la maison Kitsuné, eclettico brand nippo-francese dietro il quale ci sono Gildas Loac e Masaya Kuroki. Il marchio parigino che accosta musica, moda a una lunga lista di collaborazioni internazionali, il 10 gennaio a Palazzo Capponi realizzerà un evento speciale per Firenze. Tra le novità e le anteprime dalle più importanti aziende ospiti, Adidas SLVR, linea di sportswear disegnata da Dirk Schoenberger, presenterà la sua nuova collezione, Allegri proporrà una collezione ispirata all’archivio storico: “la celebrazione dell’Arte della Pioggia”, con un focus sull’impermeabile. Roy Roger’s lancerà il progetto “Tuscan Wool by Roy Roger’s”, capi in pura lana 100% interamente made in Tuscany. Un’anteprima italiana sarà per la collezione di Billy Reid, giovane stilista americano vincitore del Cfda. Camper presenterà un progetto speciale dedicato a uno dei suoi modelli iconici, la -Pelota-. La Fondazione Pitti Discovery esporrà in anteprima a Pitti Uomo 83, “White Mountaineering”, il brand giapponese disegnato dal designer Yosuke Aizawa.

La nuova sezione Pitti Italics, dedicata alle nuove generazioni di fashion designer italiani, vedrà il ritorno di Andrea Pompilio con un fashion show alla Stazione Leopolda il 9 gennaio. Infine New Performer 2013 é Erk Bjerkesjoe, designer svedese, vincitore dell’edizione 2012 di Who is on next? Uomo, che il 9 gennaio mostrerà la collezione uomo con una performance negli spazi di Villa Favard.

Questi e tanti altri ancora, gli appuntamenti e le novità che saranno presentate a questa nuova edizione di Pitti Immagine Uomo!

PITTI BOOKSWEAR MANIA

Un omaggio ai libri e alla loro bellezza scenografica!

 

PITTI BOOKSWEARMANIA: il tema-guida dei saloni invernali di Pitti.

Bookswear perché vestiamo i libri che leggiamo. Che siano libri di carta o no non importa: leggere andrà sempre di moda – dice Agostino Poletto, vice direttore generale di Pitti Immagine. E perché, anche quando non sono loro stessi a dircelo direttamente, ci facciamo sempre un’idea di come vestono i personaggi dei nostri libri preferiti. Pitti BookswearMania è la passione di leggere libri che nutre il mondo della moda e che la moda stimola a sua volta. Libri che formano un gigantesco skateboard per suggerire che leggere è sempre un’esperienza eccitante e spericolata; libri che diventano facciate intere di edifici; libri che fanno da tela perché queste idee diventino un’immagine; libri da arredo d’interni con le loro copertine dai titoli famosi ma del tutto inediti”.

Luogo-manifesto di Pitti BookswearMania– con un progetto di allestimento di Oliviero Baldini – sarà il grande piazzale della Fortezza da Basso che si apre davanti al Padiglione Centrale, ma anche all’interno dei diversi padiglioni, e il libro diventerà materiale d’eccezione per soluzioni e oggetti originali d’arredo.

L’atmosfera di Pitti BookswearManiasarà ricreata anche in Dogana, a Pitti W, con contaminazioni sul tema del libro presenti nel layout del salone donna, con scenografie e installazioni d’impatto.

Valentino: Master of Couture

Dall’abito vintage indossato da Julia Roberts agli Oscar nel 2001, all’abito da sposa di Jackie Onassis dalla White Collection del 1968, fino a quello delle nozze della Principessa Marie-Chantal di Grecia nel 1995.

Sono solo alcuni degli oltre 130 modelli di Valentino che saranno esposti alla Somerset House di Londra dal 29 novembre al 3 marzo 2013 alla mostra “Valentino: Master of Couture, dedicata al grande stilista italiano e ai suoi 50 anni di carriera. Curata da Alistair O’Neill insieme a Patrick Kinmonth e Antonio Monfreda e con la collaborazione dello stesso Valentino e di Giancarlo Giammetti, la mostra include creazioni, molte delle quali inedite, provenienti dalle passerelle, dai red carpet e da clienti private.

Il percorso espositivo diviso in tre sezioni, parte del mondo privato di Valentino con fotografie inedite dal suo archivio personale, per poi far “sfilare” i visitatori in una passerella da cui ammirare i capi Valentino Couture, dagli anni 50 a oggi. Una sala sarà dedicata al Museo Virtuale Valentino Garavani mentre alla fine della mostra una serie di filmati svelerà lo spettacolare dietro le quinte dell’atelier della Maison.

SOMERSET HOUSE 29 November 2012 – 3 March 2013

INFO: Daily 10.00-18.00, until 21.00 Thursdays
(24 & 31 Dec: 10.00-16.00, 25 & 26 Dec: closed, 1 Jan: 12.00-18.00)

COST: £12.50/£9  BOOK TICKETS NOW

WHERE: le stazioni della metro più vicine sono: Temple, Covent Garden, Charing Cross and Embankment.

 

 

Tutto ciò che è fatto a mano su www.alittlemarket.it!

Da qualche settimana ho aperto uno shop su A Little Market! 

Cos’è A Little Market? Una piattaforma di e-commerce nata in Francia che promuove l’artigianato e il fatto a mano.

La sua vetrina promuove oggetti esclusivamente HANDMADE con il vero spirito del…DIY, ovvero:  “do it yourself”!

Il sito molto curato sia nella grafica sia nei contenuti, si propone di diventare il miglior negozio on line di riferimento in Italia per chiunque volesse acquistare l’originale Made in Italy.

 Il mio consiglio? Iscrivetevi numerosi su www.alittlemarket.it e… visitate i numerosi negozietti che ogni giorno vanno ad aggiungersi, perché ci sono degli oggetti davvero fantastici!

RICORDATE: shop valepercolore! Cosa aspettate? Andate subito a curiosare!

 

 

I MURR

Antonio e Roberta ovvero..

I MURR!!!

Chi non li ha mai visti in TV in qualità di consulenti di stile, nel programma televisivo di Giusi Ferré “IO DONNA – BUCCIA DI BANANA”?

Ma…chi sono I MURR?

Coppia nella vita e nel lavoro! Insieme ormai da più di 15 anni, si presentano come un’unica realtà. Tutto comincia negli anni ’80, quando Antonio lascia l’Italia per Londra. Nella capitale britannica ha conosciuto un famoso redattore di moda che lo convince a diventare prima assistente e poi redattore per i più famosi magazine nazionali ed internazionali, tra cui JALOUSE, DAZED AND CONFUSED, TANK MAGAZINE… Nei primi anni ’90, torna a Milano e realizza campagne pubblicitarie, shooting fotografici e fa consulenze per i più grandi stilisti del momento e per magazine nazionali da Mondadori a Conde’ Nast. In quegli stessi anni, dalla Liguria, Roberta parte alla volta di Milano, laureata in psicologia per gioco, inizia a lavorare per Fiorucci ed Etro per arrivare poi negli showroom di lusso del quadrilatero della moda.

Durante la sua attività agli studi fotografici Egadi Studios, incontra Antonio, che sta realizzando una campagna pubblicitaria ed inizia così la loro prima collaborazione. Nel 1999 nasce Marstudio, societa’ di consulenze moda, dove Antonio e Roberta si dividono tra il lavoro di stylist e fashion-producers, sia per importanti magazine che per aziende moda e non solo.

Nel 2005, con l’arrivo del piccolo Mario, partono per Los Angeles e la loro expertise di consulenza privata sulle ricche signore di Bel Air viene notata da una publisher che li introduce nel mondo delle celebrities di Hollywood, per le quali Antonio e Roberta diventano un punto di riferimento nella consulenza in fatto di look e Marstudio diventa un’industria e un nome anche a livello internazionale.

Di ritorno in Italia, riprendono la loro attività di fashion consultants e mettono a frutto l’approccio allo stile personalizzato nel programma TV BUCCIA DI BANANA. La loro esperienza TV cresce nel 2011, portandoli alla conduzione di un secondo programma per LEI TV, dal titolo “Viva l’aMurr”,  e nel 2012 registrano con il gruppo ZODIAK-MAGNOLIA un format sull’ Italian Style, studiato per il mercato americano.

E le ultime NOVITÀ dei MURR?

Sempre attenti alle tendenze e al mondo dei new-media, hanno aperto un fashion blog, www.imurr.com , una pagina Facebook, I MURR,  e sono su Twitter con ILOVEMURR.

Da due anni sono anche special guests dell’Università Bocconi, per il master in FASHION, ed hanno firmato una limited edition di borse MURRbag, che hanno firmato per un’azienda in crescita, oltre a moltissime altre novità che siete invitati a scoprire giorno dopo giorno nel blog.

Rozafa by Kökler: Arte e Moda Exhibition

APPUNTAMENTO da segnare in agenda!!! Il 9 ottobre presso l’atelier di Chiara Luraghi, in Piazza Giuseppe Grandi 1 a Milano, ci sarà l’inaugurazione della mostra KÖkler.

Una mostra-evento a metà strada tra arte e moda, che nasce dal desiderio di tre giovani, di raccontare i legami con le loro radici.

La collezione KÖkler, è nata dalla collaborazione di tre designer: Emine, Hatice e Kleant.

Ma, chi sono questi tre giovani artisti? Emine e Hatice Sagdic sono due sorelle di origine turca, nate e cresciute in Germania, trasferitesi poi a Milano per frequentare un corso in Fashion Design. Durante il loro percorso accademico hanno incontrato Kleant Stasa, ragazzo albanese costumista e scenografo. Ecco che dall’incontro, all’amicizia, è nata l’dea di creare la loro collezione “KOKLER” – dal turco “radici” – per immergersi  nel folklore delle loro terre.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gli abiti dalle linee geometriche, vogliono trasmettere una versione contemporanea dell’antico spirito creativo delle loro terre d’origine. Colori caldi e texture preziose che ricordano i fasti degli antichi tessuti dei sultani, volumi tridimensionali e tagli audaci, arricchiti dai contrasti cromatici e sottolineati da una confezione artigianale e complessa.